Site Meter

martedì, giugno 05, 2007

Apro il frigorifero

e vedo il nulla, l'antimateria, un buco nero.
Vuoto totale, insomma.
Certo, c'erano diversi avanzi: il riso del cane, il sugo avanzato dagli spaghetti di ieri, un pezzo di pollo candidato a diventare cena del cane, delle uova (escluse a priori, visto che me ne sono fatto uno a pranzo), rucola (che da sola non mi piace), mezzo limone, burro, panna spray (che mio babbo sta finendo proprio in questo momento), mezzo barattolo di carciofini sottolio, carote e formaggio.
Dai uovoallacoque, spremi le meningine belle e crea qualcosa!
Signore e signori, ecco a voi..

L'antimateria dish


Ingredienti:
- tanto formaggio,
- carote,
- sugo del giorno prima :P
- spezie varie,
- pan carrè.

Procedimento
Far bollire le carote, nel frattempo grattate tanto formaggio mentre una padella antiaderente inizia a riscaldarsi sul fuoco. Il formaggio grattato andrà fatto "ribollire" nella padella. Ovvero fino a quando avrà perso la consistenza solida e si sarà agglomerato un po'.
Dopodichè togliere la padella dal fuoco e lasciare raffreddare due minutini, giusto il tempo di prepararsi psicologicamente a togliere "il cacio dal foco con i ditini" e fargli prendere la forma di un piccolo cestino. (Per farlo basta appoggiare il formaggio semi-fuso ad una ciotola capovolta!)
Mentre le carote finiscono di bollire riscaldate un attimino il sugo del giorno prima (e per sugo intendo pomodori, cipolle e basilico, no la passata eh!).
Frullate le carote col sugo, mettetele dentro al cestino formaggioso, abbellite il piatto con foglie di basilico, un pizzico di peperoncino, noce moscata, pepe, sale e aggiungete di lato un triangolino di pan carrè dorato al microonde o nel tostapane.

Lo so, dovrei cambiare estetica del piatto.
Ma la fame stasera mi ha annebbiato la fantasia.

Etichette: , , , , ,

5 Commenti:

  • Alle 8:59 AM , Blogger S.B. ha detto...

    F-A-M-E !!!! :-)

     
  • Alle 12:08 PM , Anonymous Anonimo ha detto...

    ahahahah mi ricorda tantissimo "Il polpettone yesterday" che Stefano Benni "crea" nel suo libro "margherita dolce vita" ahahahahahah
    excell

     
  • Alle 1:53 PM , Blogger UovoallaCoque ha detto...

    S.b: la tua è un'esclamazione non legata al post, immagino :P
    No, a parte gli scherzi: dici sul serio?!

    Excell: Oh, ma sai che sono anni che mi ripeto "Leggerò un libro di Benni" e alla fine non lo compro mai?
    Però ogni tanto lo sfoglio in libreria o alla coop!
    Un giorno comprerò uno dei suoi testi teatrali, prometto.

     
  • Alle 4:43 PM , Blogger giraffa ha detto...

    Naturalmente, per la grigliata sul monte, avrai tolto la nebbia dalla fantasia, vero?!!:-PP

     
  • Alle 1:54 PM , Anonymous Anonimo ha detto...

    TOC TOC ... ho urgenza di cambiare Blog. Quindi ti informerò al più presto degli sviluppi! :-) Ma in realtà mi piange il cuore a farlo ... ci sto pensando! :-) Baci, J.

     

Posta un commento

<< Home page